Omeopatia per le donne in gravidanza: beneficio o danno? | pangudownloads.com
Sono mamma!

Omeopatia per le donne in gravidanza: beneficio o danno?

Molte donne sviluppano malattie durante la gravidanza che richiedono un trattamento obbligatorio. È noto che qualsiasi farmaco medico ha un impatto negativo sul corpo del bambino, l’unico mezzo sicuro sono quelli che hanno una base naturale. Questi preparati sono costituiti da un gruppo di rimedi omeopatici.

L’omeopatia per le donne incinte non danneggia e, applicandola, puoi risolvere molti problemi di salute. Tutti i preparati omeopatici sono noti per i loro componenti naturali, quindi gli effetti collaterali sono estremamente rari.

Qual è l’essenza dell’omeopatia?

Omeopatia per le donne in gravidanza: beneficio o danno?

Allo stato attuale, il metodo di trattamento omeopatico è il metodo più diffuso al mondo, soprattutto se i bambini diventano bambini, donne in gravidanza e in allattamento. Lo scopo della tecnica è di aiutare il corpo nell’autogestione della malattia. Se l’omeopatia viene utilizzata durante la gravidanza, aumenta la probabilità di nascita di un bambino sano dagli sforzi della donna senza stimolazione del travaglio.

L’uso di preparati di un tale gruppo farmacologico consente non solo di migliorare la propria salute a una futura madre, ma anche di rafforzare il corpo del bambino, perché la sua condizione dipende direttamente dalla salute della donna incinta.

Secondo gli specialisti, un trattamento così sicuro consente di escludere lo sviluppo di malattie croniche in un bambino in futuro. La presenza di tali vantaggi della tecnica non dà motivo di dubitare che l’omeopatia sia possibile in gravidanza.

Non confondere l’omeopatia con la fitoterapia: quest’ultima si basa sull’uso esclusivo di estratti di piante medicinali. I preparati omeopatici mirano solo a stimolare le forze proprie del corpo, che consentono di combattere i processi patologici, e per questo vengono utilizzati componenti naturali: piante, minerali, insetti, composti chimici.

Pianificazione della gravidanza

Omeopatia per le donne in gravidanza: beneficio o danno?

A volte, sembra che in persone assolutamente sane sia impossibile concepire un bambino, mentre gli specialisti non sanno sempre cosa trattare e quali farmaci prescrivere. In questi casi, la coppia può rivolgersi all’omeopata. La tecnica consente di migliorare la salute dei futuri genitori, per garantire un corso favorevole di gravidanza e parto.

Applicando l’omeopatia in preparazione alla gravidanza, un bambino può nascere anche da persone che precedentemente soffrivano di infertilità. Gli omeopati raccomandano un ciclo completo di trattamento per entrambi i coniugi. Dopo la terapia, la circolazione degli organi pelvici migliora, l’attività dei sistemi nervoso ed endocrino si normalizza, aumentando la probabilità di concepimento.

Più spesso, gli esperti prescrivono tali farmaci in preparazione al concepimento:

  • Lachesi;
  • tuia;
  • amamelide;
  • karbonikum;
  • Apis;
  • Ovarium Compositum;
  • Gormel;
  • Galium-Heel;
  • Psorino Khel.

L’omeopatia viene utilizzata non solo nella preparazione del corpo per il concepimento, ma anche durante la gravidanza, durante il travaglio e il travaglio stesso.

Farmaci efficaci

La gravidanza in ogni donna procede in modi diversi: alcuni non notano bruschi cambiamenti nel loro corpo, altri sono disturbati dall’attività vitale abituale a causa della cattiva salute. La nausea è un disturbo comune in gravidanza, che di solito si verifica presto o tardi.

Per liberarsi della nausea è possibile con l’aiuto dell’omeopatia con tossicosi della gravidanza, che è rappresentata da un gran numero di farmaci. Tali segni possono aiutare a eliminare i segni di tossicosi:

  1. seppia;
  2. ipecac;
  3. kolhikum;
  4. Kokkulyus indikus;
  5. Lacticum acidum.

Ciascuno di questi farmaci con tossicosi deve essere assunto 3 volte al giorno a miglioramenti evidenti. Quando riprendi i segni di tossicosi, il corso di assunzione del farmaco prescritto può essere ripetuto.

Se un aborto spontaneo minaccia, anche i rimedi omeopatici possono essere d’aiuto. Con un aborto spontaneo, il rimedio prescritto viene preso 4 volte al giorno fino a quando la situazione pericolosa non viene eliminata. Le donne che avevano precedentemente avuto aborti spontanei dovrebbero assumere il farmaco 3 volte al giorno dal concepimento fino a 16 settimane di gestazione.

Tali preparazioni possono aiutare a salvare un frutto:

Omeopatia per le donne in gravidanza: beneficio o danno?
  • Aconite – efficace durante un attacco di rabbia, che può comportare la cessazione della gravidanza;
  • Arnika: quando la minaccia sorge sullo sfondo della ferita;
  • Belladonna – il farmaco viene prescritto con abbondanti perdite di sangue, dolore alla schiena e nell’addome inferiore;
  • Sabina – il farmaco è indicato per il sanguinamento con coaguli di sangue, quando c’è un dolore acuto nel basso ventre;
  • Viburnum – con la minaccia di aborto nelle prime fasi della gravidanza, quando una donna è preoccupata per il dolore nella parte bassa della schiena, e poi passa ai fianchi e all’addome.

Se si prende l’omeopatia durante il periodo di travaglio, è possibile aumentare l’attività della donna, ridurre il dolore e la probabilità di lesioni durante il travaglio. Prescritto tali farmaci e le donne che allattano con una quantità insufficiente di latte materno.

Applicando l’omeopatia durante la gravidanza, è possibile proteggersi da spiacevoli segni di tossicosi e migliorare il proprio benessere. Inoltre, una donna può essere fiduciosa nel corso favorevole del travaglio e nella nascita di un bambino sano.

Previous PostNext Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

+ 4 = 7